Cultura

La cultura è uno strumento che favorisce la coesione sociale e l’inclusione culturale. E’ grazie alla cultura che si sviluppa il benessere individuale e collettivo e si esercitano i propri diritti culturali.

Così come definito dal Gruppo di Friburgo nel 1998, “Un atteggiamento culturalmente responsabile rispetta, salvaguardia e promuove la diversità culturale. Ciò diventa possibile praticando un dialogo interculturale, un’attitudine mentale aperta alle altre culture e alla costruzione di verità e cultura attraverso processi di negoziazione. Inoltre, è necessario garantire uguale opportunità di rappresentazione culturale all’interno di una comunità e di partecipazione democratica”. “La cultura può ridurre l’esclusione sociale grazie anche alla sua capacità di favorire l’acquisizione di conoscenze e competenze e migliorare la fiducia in se stessi e l’autostima. L’accesso alla cultura e la partecipazione culturale consentono di costruire e rafforzare l’identità personale e conferire significato a scelte ed esperienze. Questa è la ragione per cui progetti e politiche culturali devono essere pianificati attraverso un processo partecipativo che coinvolge i destinatari stessi, realizzando così inclusione culturale”.

La cultura riesce a colmare la mancanza di un contesto di relazioni sociali grazie alle organizzazioni di produzione culturale quali teatro, cinema e musica.  L’arte, la musica e il teatro sono dei linguaggi universali che aiutano ad abbattere le barriere linguistiche e culturali. Sono metodi di comunicazione aperti a tutti che consento in primis a conoscersi per poi aprirsi all’accoglienza di nuovi punti di vista.