Osservatorio Regionale Mercato del Lavoro

Lunedì, 02 Luglio 2018 Scritto da

Osservatorio Regionale del Mercato del Lavoro presenta analisi specifiche sulla situazione del mercato del lavoro e dell'economia regionale. Nell’ultimo anno le Marche hanno registrato un’evoluzione delle principali grandezze macroeconomiche con alcuni segnali di miglioramento, ma senza chiari segnali di ripresa.

Alcuni segnali positivi vengono dalle stime di Prometeia che vedono per le Marche aumentare Pil e valore aggiunto dello 0,6% nel 2016, seppur con valori leggermente inferiori al dato nazionale. La spesa per consumi delle famiglie è tornata a crescere compreso l’export (+ 5,6% rispetto al +1,2% nazionale). L’industria marchigiana nella prima parte del 2016 ha rilevato una crescita modesta con segnali di difficoltà nella seconda parte dell’anno. In particolare, nell’artigianato si registra una stazionarietà dell’attività produttiva e del fatturato. Il numero di imprese registrate è diminuito dello 0,7%, mentre per quelle attive il calo è dell’1%.

Il cuore del Rapporto Annuale è rappresentato dall’analisi dei dati Istat e dei dati amministrativi di fonte Sil-Job Agency. Per quanto riguarda i dati Istat, anche nel 2016 le Marche si confermano una delle regioni italiane a più basso incremento demografico. L’offerta di lavoro è rimasta costante (-0,1%) mentre è aumenta in Italia e nelle ripartizioni del Centro Nord. L’occupazione regionale segna una flessione dello 0,8%, con il tasso di occupazione 16-64 anni stabile al 62%.  L’occupazione manifatturiera è rimasta invariabile mentre prosegue la dinamica declinante delle costruzioni.

L’Osservatorio Regionale del Mercato del Lavoro registra l’aumento delle persone in cerca di lavoro (+6,5%) mentre il tasso di disoccupazione sale dal 10 al 10,6%. I dati provenienti dai Centri per l’Impiego, nel 2016 si registra un numero di assunzioni complessivo nel territorio marchigiano pari a circa 252mila unità, in diminuzione del 5,7% rispetto al 2015. Il calo degli avviamenti rispetto al 2015 è dovuto per la quasi totalità alle consistenti diminuzioni dei contratti a tempo indeterminato (- 40%) e del parasubordinato (-34,9%), mentre registrano aumenti rilevanti apprendistato e somministrazione.

Altri indicatori utili a valutare lo stato di salute del territorio marchigiano sono quelli relativi al ricorso agli ammortizzatori sociali: cassa integrazione e mobilità. Le ore di cassa integrazione totali autorizzate nelle Marche durante il 2016 sono quasi 32 milioni, un valore del 7,5% inferiore rispetto al 2015, anche se il calo è dovuto interamente al crollo della Cig in deroga (-58,5%), mentre cresce considerevolmente la componente straordinaria (+51%); in Italia la flessione nel 2016 è molto più accentuata e si attesta al -14,8%. L’esplosione della cassa integrazione straordinaria è dovuta soprattutto al settore meccanico.

Nel 2016 sono 2.190 i lavoratori collocati in mobilità mentre erano 3.750 nel 2015, la metà rispetto ai 7.183 nel 2014. Il 2016 è anche l’anno con il minor ricorso alla mobilità dall’inizio della crisi. Si registrano forti cali in tutte le province, in particolare a Pesaro Urbino (-56,4%). Da questi dati emerge che la crisi sembra aver colpito negli anni il nostro territorio con maggiore incisività e persistenza rispetto ad altre regioni del Centro Nord. È proprio per questo che lavoro e sviluppo rappresentano, per la nostra Giunta, priorità assolute. Le azioni che stiamo mettendo in campo sono tutte orientate a favorire l’adattabilità dei nostri lavoratori alle nuove esigenze del mercato, la competitività delle imprese e l’innalzamento degli standard scolastici e formativi, secondo un’ottica integrata tesa a rafforzare i sistemi di istruzione, formazione e lavoro. Stiamo intervenendo con determinazione per rilanciare la nostra regione con una serie di iniziative mirate per combattere la disoccupazione giovanile, puntando su una più rapida ed efficace transizione dal sistema dell’istruzione e della formazione al mondo dell’occupazione.

Fonte: Osservatorio Regionale Mercato del Lavoro

Letto 1301 volte Ultima modifica il Martedì, 17 Luglio 2018 13:50