Decreto flussi, priorità all'esame delle domande presentate tramite le organizzazioni professionali

Nell'ambito della quota complessiva di 42.000 unità destinata ai lavoratori stagionali, il DPCM del 21 dicembre 2021 ha riservato 14.000 quote ai lavoratori del settore agricolo nei cui confronti le domande di nulla osta siano presentate, in nome e per conto dei datori di lavoro, dalle seguenti organizzazioni professionali dei datori di lavoro: Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri, Alleanza delle cooperative (comprende Lega delle Cooperative e Confcooperative).
Si tratta di una sperimentazione già avviata negli anni passati che, al fine di contrastare il fenomeno dell’impiego irregolare di lavoratori stagionali, in particolare nel settore agricolo, prevede la partecipazione delle organizzazioni professionali dei datori di lavoro al procedimento di assunzione dei lavoratori, riservando alle istanze di nulla osta al lavoro presentate da tali organizzazioni una specifica quota all’interno della quota stabilita per il lavoro stagionale.

La partecipazione comporta l’impegno da parte di tali organizzazioni non solo all’invio della domanda, ma anche a sovraintendere alla conclusione del procedimento di assunzione dei lavoratori fino all’effettiva sottoscrizione dei rispettivi contratti di lavoro, ivi compresi gli adempimenti di comunicazione previsti dalla normativa vigente.

Con decreto adottato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociale del 1° febbraio scorso, gli Ispettorati territoriali del Lavoro vengono autorizzati ad espletare prioritariamente l’istruttoria di tali domande ai fini del rilascio da parte dello Sportello Unico per l’Immigrazione del relativo nulla osta, in deroga quindi al principio cronologico di arrivo di tutte le istanze presentate dai datori di lavoro.

Esaurita la quota riservata di 14.000 unità, gli Ispettorati istruiranno le altre domande di lavoro stagionale secondo l’ordine cronologico di arrivo al sistema informatizzato degli Sportelli Unici per l’Immigrazione.

Il decreto del MLPS del 1° febbraio 2022

Fonte: Integrazione Migranti