“Nella Giungla delle città. L’irruzione del reale”

Il progetto vincitore nelle Marche del Bando MigrArti Spettacolo 2018 “Nella Giungla delle città. L’irruzione del reale”, ideato da Sonia Antinori con l’Associazione Malte, propone tre spettacoli finali nelle location più suggestive della provincia, la Rocca Roveresca di Senigallia (10 luglio), Piazza Federico II di Jesi (14 luglio) e la Corte della Mole Vanvitelliana di Ancona (19 luglio).

"Gli immigrati dei nostri territori vivono una condizione di separazione, spiegano gli organizzatori, pur abitando nei nostri quartieri, essi vengono guardati con sospetto: nelle città crescono muri invisibili. Il loro desiderio di raccontarsi trova raramente spazio. Isolamento e ghettizzazione ostacolano naturali processi di conoscenza reciproca, alla base di ogni politica di inclusione. È per questo che le azioni sceniche sono state espressamente ideate per siti di alto valore estetico e simbolico, così da articolare una drammaturgia spaziale che, nel presentare tre elementi architettonici classici (il castello, la piazza e la porta), connota l’azione intrapresa come paradigmatica di una nuova città ideale, aperta, accogliente”.

È con questi presupposti che sono partiti lo scorso marzo tre gruppi teatrali “Jungle People”, esperimenti laboratoriali con immigrati e migranti, impegnati in una vera e propria palestra di democrazia attraverso lo studio de Nella giungla delle città, un lavoro di Bertolt Brecht sulla natura antagonista dell’essere umano.

A partire dal 10 luglio andranno in scena i tre spettacoli finali di questo percorso formativo, sviluppato dalla Compagnia Malte in collaborazione con cooperative sociali e associazioni culturali italiane e straniere, che ha visto la partecipazione di oltre settanta laboratoristi immigrati di I e II generazione di diverse provenienze geografiche, tra cui Bangladesh, Pakistan, Russia, Venezuela, Costa d'Avorio, Guinea, Nigeria, Camerun, Mali, Senegal, Liberia. Il lavoro vedrà in scena una cinquantina di performer selezionati nell’ambito dei laboratori di Senigallia, Jesi e Ancona e i tre momenti pubblici potranno essere fruiti singolarmente e/o in sequenza.

Dal 10 luglio attori e pubblico si confronteranno su convivenza civile, accoglienza e diritti, in tre serate nelle quali un tema sovraesposto come quello delle migrazioni e dei suoi soggetti verrà trattato con un approccio meno mediato e mediatico: i conflitti verranno messi a nudo e le conclusioni sommarie superate da una contronarrazione sulla mutazione sociale in atto dalla viva voce dei testimoni. Il 10 luglio alle 21.00 debutta nella Rocca Roveresca di Senigallia la prima performance NELLA GIUNGLA DELLE CITTÀ. L'IRRUZIONE DEL REALE / IL CASTELLO. Le voci dei testimoni racconteranno le loro storie intrecciandosi a modelli narrativi classici in un’esperienza immersiva ambientata in uno spazio labirintico che allude al grande meccanismo della Storia e al suo rapporto perverso con il singolo.

Il 14 luglio alle 21.30 ci si sposta a Jesi nella cornice di Piazza Federico II per NELLA GIUNGLA DELLE CITTÀ. L'IRRUZIONE DEL REALE / LA PIAZZA uno spettacolo popolare che prende a prestito le forme e i colori del mercato, della piazza, della festa e del carnevale, in una rappresentazione del mondo esagerata e pulsante, vitalistica e disperata che affronta il tema urgentissimo della tolleranza.

Il viaggio si conclude il 19 luglio alle 21.30 nella Corte della Mole Vanvitelliana di Ancona, nell’ambito della Rassegna “Sensi d’estate” del Museo Tattile Statale Omero con lo spettacolo finale NELLA GIUNGLA DELLE CITTÀ. L'IRRUZIONE DEL REALE / LA PORTA.

NELLA GIUNGLA DELLE CITTÀ. L’IRRUZIONE DEL REALE è un progetto tra i vincitori del Bando MigrArti Spettacolo 2018 prodotto dall’Associazione Malte (Musica Arte Letteratura Teatro Etc.) in partenariato con Acads (Associazione Culturale Arancia Donna Subsahariana), Casa delle Culture di Ancona, Free Woman Onlus, La Gemma Onlus, Irs l'Aurora Cooperativa Sociale, Vivere Verde Onlus e con il sostegno di Comune di Ancona, Comune di Jesi, Comune di Senigallia, Regione Marche, Assemblea Legislativa delle Marche, Cpia Ancona, Anpi Comitato Provinciale Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Ambasciata dei Diritti delle Marche, Istituto Comprensivo "Federico II" di Jesi, Odòs Società Cooperativa Sociale, Ya Basta Marche, Spazio Comune Autogestito Tnt, Comunità Bengalese di Jesi.

Fonte: Comune di Jesi